Benvenuti all’Isola che non c’è, apre le porte il Giardino terapeutico in Pediatria

30 Aprile 2022

Uno spazio verde dove fare pet therapy o shiatsu, passeggiare nel Giardino sensoriale, seguire la fisioterapia, coltivare l’orto, raccogliere fiori e foglie per fare un laboratorio in reparto, partecipare alla musicoterapia. Tutto questo sarà possibile nell’Isola che non c’è, il Giardino terapeutico realizzato da Fanep e Fondazione Sant’Orsola tra il viale centrale e il padiglione 13 del Policlinico per tutti i piccoli pazienti pediatrici.

 

“L’isola che non c’è” nasce da un’idea di Fanep ed è stata realizzata insieme a Fondazione Sant’Orsola grazie a una raccolta fondi a cui hanno partecipato i Club Rotary di Bologna, ‘capitanati’ dal Galvani; il Lions Club Bologna Valli Lavino Samoggia; il CAAB e 172 altri donatori, arrivando a raccogliere 24mila euro necessari a realizzare i lavori, comprese le recinzioni e gli impianti elettrici e per l’irrigazione.

 

Nel Giardino sarà possibile seguire un percorso sensoriale, nel quale i bambini potranno scoprire i profumi delle piante aromatiche e imparare a riconoscerle dalle foglie o dai fiori colorati, stimolando così i loro sensi e il benessere psicofisico. Si potrà praticare l’orticoltura terapeutica, a partire dai cassoni dove sono stati piantati fiori ed essenze che, con la cura e la dedizione, i piccoli pazienti vedranno germogliare e crescere.

 

Sulla pedana in larice sarà possibile svolgere attività quali yoga e shiatsu sia per i bambini sia per i genitori, mentre il giardino è attrezzato anche per gli interventi assistiti con gli animali e i bambini potranno non solo divertirsi con la Pet therapy, ma anche osservando gli animali chi si trovano nel parco dell’ospedale: cinciallegre, pettirossi, ghiandaie, scoiattoli, ma anche svolgere con il bel tempo attività come musicoterapia.

 

Il giardino sarà aperto a tutti i reparti pediatrici, ma anche alle famiglie dei pazienti e alle associazioni che vorranno organizzare attività. Tra le attività previste, i bambini potranno scoprire i profumi delle piante aromatiche attraverso un percorso sensoriale e praticare l’orticoltura terapeutica. “È un’oasi che concentra in un piccolo spazio tante attività importanti – ha detto durante l’inaugurazione Raffaele Donini, assessore regionale alla Salute – sarebbe bello che venisse replicata nelle altre strutture del territorio”.

 

“La bellezza – ha commentato l’assessore comunale al Welfare Luca Rizzo Nervo – è di per se stessa sempre curativa e qui, accompagnandosi alle terapie d’eccellenza che il Policlinico garantisce, potrà offrire anche occasioni di relazione e momenti di serenità anche per il personale sanitario”. “Questo intervento – ha spiegato il direttore amministrativo del Policlinico Nevio Samorè – si inserisce nel nostro grande progetto per offrire alla città un ospedale nel parco ed è un bellissimo esempio di cosa la collaborazione tra enti non profit può permettere di realizzare”.

 

Il presidente di Fanep Valentino Di Pisa ha raccontato durante l’inaugurazione la nascita del progetto e gli obiettivi che insieme potremo realizzare mentre Andrea Rizzoli, consigliere della Fondazione Sant’Orsola in rappresentanza di BCC Felsinea, uno dei nostri promotori, ha voluto ricordare anche il ragionier Farolfi a cui il Giardino è dedicato. All’inaugurazione sono intervenuti anche rappresentanti di altre associazioni, come AGD, Piccoli Grandi Cuori, Biblio’s e Il Cucciolo.

 

Mission

La Fondazione Policlinico Sant’Orsola è un ente non profit nato per promuovere e sviluppare ancora di più la cura e l'assistenza garantite dal Policlinico di Bologna, un punto di riferimento nazionale e internazionale per la salute di tutti

Contatti

info@fondazionesantorsola.it
T. 349 328 4387

Sede Legale:
Via Pietro Albertoni, 15
40138 Bologna